LA NOSTRA STORIA

Con il Concilio ecumenico Vaticano II, la vita religiosa ricevette un nuovo impulso. Promulgando il Decreto Perfectae caritatis i padri conciliari intesero promuovere il rinnovamento adattato della vita religiosa attraverso "un continuo ritorno alle fonti di ogni forma di vita cristiana e alla primitiva ispirazione degli istituti, e nello stesso tempo con l'adattamento degli istituti stessi alle mutate condizioni dei tempi" (PC 2). Un tale rinnovamento, che doveva realizzarsi "sotto l'influsso dello Spirito Santo e la guida della Chiesa" (PC 2), non sempre però diede i frutti sperati.